RUOTARE LO SCHERMO - IL SITO E' VISIBILE SOLTANTO IN MODALITA' ORIZZONTALE

ROTATE THE SCREEN - THIS WEBSITE IS ONLY VIEWABLE IN LANDSCAPE MODE


Workshop CESEF

L’efficienza energetica conferma, ancora una volta, la sua centralità tra le politiche energetiche europee e nazionali. Nel corso dell’ultimo anno, infatti, molti elementi normativi e di mercato hanno inciso profondamente sulla struttura del settore e, soprattutto, sulla operatività delle imprese. Per citare alcuni esempi: il Winter Package, che fissa i nuovi obiettivi europei; la SEN 2017, che definisce nuovi obiettivi nazionali; le Nuove Linee Guida sui Certificati Bianchi, attese da tre anni; il Piano Industria 4.0. Ma anche l’esplosione dei prezzi dei Certificati Bianchi e i primi importanti accordi tra ESCo e Utilities, che avviano l’auspicato processo di concentrazione e di aumento della maturità del mercato.

Come rispondono gli operatori di fronte a questo settore molto dinamico? Le performance delle piccole ESCo non sono brillanti: in calo o comunque troppo legate all’andamento dei TEE. Le società di servizi gestionali faticano a sviluppare progetti importanti, soprattutto verso la Pubblica Amministrazione (loro cliente di riferimento). Mentre molte Utilities ancora stentano a trovare un ruolo preciso all’interno del mercato.

Nonostante le tante difficoltà, nel mercato dell’efficienza energetica italiano è possibile emergere attraverso strategie e progetti di qualità che verranno presentati nel corso del IV Workshop CESEF dai top manager del settore e dai vertici delle istituzioni.

Durante il Workshop verranno illustrati anche i risultati dello Studio CESEF 2017 e consegnati i CESEF Energy Efficiency Awards.


read more

La recente riforma del MSD ha aperto il mercato elettrico a risorse che in passato ne erano escluse: generazione distribuita, FER non programmabili, sistemi di accumulo e domanda. Quali saranno gli effetti della riforma per gli operatori e per il sistema? Quali nuovi opportunità di business si aprono per gli operatori vecchi e nuovi? E con quali margini di redditività e che modello di business?

A queste e altre domande, strategiche per il settore elettrico italiano, cercherà di dare risposta il seminario. Esso sarà inoltre l’occasione per presentare lo Studio dell’Osservatorio OIR “L’evoluzione del mercato elettrico italiano verso il target model europeo” che analizza in dettaglio la riforma del MSD e confronta il market design italiano e tedesco. Il taglio è orientato alle scelte strategiche delle imprese operanti nel settore elettrico.


read more

Generazione distribuita, accumuli, reti intelligenti, efficienza energetica, sistemi avanzati di energy management. Questi i pilastri delle microgrid, un modello di rete che sta sempre più prendendo piede e il cui valore a livello globale supera i 30 miliardi di dollari.

Il seminario, partendo dall’analisi dell’Osservatorio OIR dei vari modelli di microgrid nel mondo, intende analizzare le tecnologie, i modelli di business e il potenziale per il mercato italiano. Ciò alla luce dei recenti mutamenti normativi sul MSD e sulle isole minori.

Nel seminario saranno illustrati casi concreti da parte di Enel e Terna.


read more

Il Seminario “Finanziare l’efficienza energetica nella PA. Criticità e casi di successo” si colloca nell’ambito del Tavolo di Lavoro CESEF “La cassetta degli attrezzi per l’efficienza energetica nella PA” per fornire un supporto alla PA nella realizzazione di interventi di efficientamento energetico.

Gli obiettivi del seminario sono:

  1. Individuare i principali modelli e strumenti di finanziamento dell’EE nella PA e discuterne pregi e limiti;
  2. Analizzare gli elementi chiave dei contratti di EE;
  3. Presentare alle PA esperienze di successo;
  4. Avanzare proposte per migliorare contratti e modelli di finanziamento.

L’incontro è a tavola rotonda e dopo gli interventi dei Keynote Speaker è previsto un dibattito aperto a tutti i qualificati partecipanti.


read more

Workshop OIR

Il IX Workshop Annuale dibatte con i top manager del settore delle rinnovabili un tema che sta prendendo sempre più vigore nel settore: la concentrazione del mercato.

Se, da un lato, gli investimenti greenfield a livello globale continuano a macinare record (il 2016 si chiude con +161 GW), dall’altro i grandi player stanno acquisendo operatori di piccola e media dimensione nonché asset specifici per sfruttare le economie di scala, aver maggiore “potenza di fuoco” finanziaria e più potere contrattuale con i fornitori.

A muoversi, tuttavia, non sono solo le utilities e gli IPP ma sempre più i mondi dei fondi infrastrutturali, delle compagnie di assicurazione ed anche dei fondi previdenziali e pensionistici. Dotati di grandi risorse finanziarie per investimenti a basso rischio, i “nuovi” soggetti finanziari stanno i diventando rilevanti competitor dei player “tradizionali” anche nella attività di gestione industriale degli asset. In base a una ricerca di WindEurope del 2017 il 36% della capacità eolica europea è detenuta da investitori istituzionali (26%) e da altri player finanziari (10%). Per il fotovoltaico, la quota detenuta dai fondi sale al 40%.

Il fenomeno dell’aggregazione interessa molto anche il mercato italiano, soprattutto fotovoltaico ed eolico, notoriamente frammentato e spesso poco efficiente.

Nel IX Workshop OIR saranno trattati i seguenti tre temi chiave per il settore:

  • Come si è mosso il mercato secondario: principali operazioni di crescita esterna in Italia ed Europa main principali player, focus geografico, tecnologico e strategico.
  • Quale ruolo stanno avendo i nuovi soggetti finanziari nel mercato secondario delle FER, in particolare la loro tipologia, la strategia di investimento e come agiscono a livello operativo e finanziario.
  • Come gestire al meglio il post-merger integration, con particolare riferimento alle sinergie operative e finanziarie.

read more

La transizione energetica richiederà ingenti risorse finanziarie, creando anche interessanti opportunità di investimento. Vari sono i fabbisogni finanziari per la transizione, ad esempio: estensione e innovazione nelle reti gas, elettricità, ma anche ricariche per auto elettriche; sviluppo di nuove tecnologie di generazione e per l’efficienza energetica; sistemi di accumulo; rilancio delle rinnovabili anche nuove o in contesti diversi; sviluppo del demand side management; sviluppo delle local grids.
D’altro canto, numerosi sono i soggetti istituzionali e non, pronti, a determinate condizioni, ad investire nella transizione: Fondi di private equity e infrastrutturali; banche e banche d’affari; banche di sviluppo; compagnie di assicurazione; fondi pensioni e previdenziali; Enti pubblici centrali e locali; Governo, Regioni. Il seminario ha l’obiettivo di discutere queste tematiche con i protagonisti del mondo finanziario e delle istituzioni.


read more