RUOTARE LO SCHERMO - IL SITO E' VISIBILE SOLTANTO IN MODALITA' ORIZZONTALE

ROTATE THE SCREEN - THIS WEBSITE IS ONLY VIEWABLE IN LANDSCAPE MODE

Come finanziare lo sviluppo infrastrutturale lombardo? Progetti di qualità e modelli innovativi

Come finanziare strade, ferrovie, edilizia sociale, reti idriche, reti a banda larga, l’efficienza energetica superando i vincoli di finanza pubblica?

Ne discutiamo il prossimo 24 marzo 2014, dalle ore 9:00 alle 13:00 a Milano, presso la sala Biagi di Palazzo Lombardia, in Piazza Città di Lombardia 1, entrata N4, nel Convegno organizzato dall’Assessore all’Economia, Crescita e Semplificazione di Regione Lombardia, Massimo Garavaglia con la partecipazione di Agici e Unioncamere Lombardia dal titolo: “Come finanziare lo sviluppo infrastrutturale lombardo? Progetti di qualità e modelli innovativi”

La partecipazione al Convegno è gratuita previa iscrizione. Chi fosse interessato può inviare una mail all’indirizzo valeria.mazzanti@agici.it specificando nome, cognome e azienda.

file-pdf Scarica il programma

L’evento sarà l’occasione per presentare i risultati dello studio “Verso un nuovo piano infrastrutturale lombardo. Problematiche e modalità di finanziamento”, coordinato dal Prof. Andrea Gilardoni, e per discutere con i principali esponenti della pubblica amministrazione lombarda e del mondo finanziario sulle seguenti tematiche, di rilevanza anche nazionale:

- Come finanziare strade, ferrovie, edilizia sociale, reti idriche, reti a banda larga, l’efficienza energetica superando i vincoli di finanza pubblica?

- Quali esigenze infrastrutturali prioritarie del territorio lombardo e, in particolare, dei comuni?

- Quali soggetti e come possono intervenire come finanziatori: banche, investitori istituzionali, fondi di investimento, fondi pensione, assicurazioni?

- Come costruire progetti di qualità che siano finanziabili?

- Cosa devono fare le amministrazioni pubbliche per facilitare gli investimenti?

Saranno formulate proposte concrete per fronteggiare i problemi descritti.

Per le conclusioni è stato invitato il Governatore della Lombardia, Roberto Maroni.

file-pdf Scarica il programma