RUOTARE LO SCHERMO - IL SITO E' VISIBILE SOLTANTO IN MODALITA' ORIZZONTALE

ROTATE THE SCREEN - THIS WEBSITE IS ONLY VIEWABLE IN LANDSCAPE MODE

XV Workshop M&A: L’UTILITY DEL FUTURO. Strategie per far fronte ai nuovi bisogni dei territori e battere la crisi

Programma  dell’evento in formato PDF:
Programma Evento M&A 2015 (754)

XV Workshop dell’Osservatorio M&A Utilities

“L’UTILITY DEL FUTURO. Strategie per far fronte ai nuovi bisogni dei territori e battere la crisi”

con il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e della Regione Lombardia

 

Il 2014 ha visto grandi cambiamenti, alcuni dei quali epocali.

  • Nell’energia, E.ON, scindendo il Gruppo, ha formalmente sancito il consolidarsi di due “mondi” diversi: accanto a quello tradizionale, emerge un “nuovo mondo” ove i pilastri sono l’efficienza energetica, le rinnovabili e i servizi ai clienti. Altri importanti operatori stanno seguendo questa strada. Contemporaneamente, il prezzo del petrolio ha raggiunto le quotazioni degli anni ’90; queste e altre dinamiche globali manifestano rilevanti effetti già nel 2015.
  • Anche nei settori ambientali si registrano cambiamenti ancorché meno impetuosi. In Italia, nell’idrico la Aeegsi sta bene operando per il rilancio degli investimenti, per il recupero di redditività e per l’innovazione. Nei rifiuti la situazione è meno instabile, con eccellenze e crisi a macchia di leopardo ma con ampi spazi evolutivi.

Tuttavia anche altre questioni porteranno a cambiamenti nel 2015-2016. Ad esempio, le città metropolitane, la spinta alla aggregazioni tra utility, i nuovi obiettivi per rinnovabili ed efficienza energetica.

Importanti, dunque, le sfide per le utilities energetiche e ambientali, spesso appesantite da forti indebitamenti e da redditività in calo.

Questi i temi affrontati dai vertici del settore nel Workshop 2015 dell’Osservatorio sulle Alleanze e le Strategie nel Mercato Pan Europeo delle Utility. Partendo dagli studi a livello nazionale e internazionale realizzati dall’Osservatorio, si discuteranno le non facili strategie per affrontare e superare le sfide.

Il Workshop si articola come segue:

  • Utility e attrattività/competitività dei territori. (Sessione mattutina)
  • Le strategie dei gruppi internazionali contro la crisi. (Sessione pomeridiana)

Il dibattito della mattina ruota intorno agli assetti strategici delle utility di fronte ai bisogni delle città del futuro. Per superare la crisi di business consolidati appare necessario cogliere e soddisfare meglio le esigenze delle realtà socio-economiche. Il concetto di attrattività/competitività del territorio è centrale e apre opportunità inesplorate o poco considerate. Ad esempio, le grandi aree metropolitane richiedono servizi innovativi nell’energia, nell’idrico, nei rifiuti, nell’efficienza e nelle infrastrutture. La vera sfida è di passare dalle idee alle concrete realizzazioni. In questo senso anche EXPO 2015, con la declinazione a livello globale, costituisce un punto di riflessione.

Nel pomeriggio si discuteranno le strategie per fronteggiare le sfide dal punto di vista dei grandi operatori energetici globali. Per le imprese internazionali il quadro è certamente più articolato e complesso rispetto a quello degli operatori focalizzati su singoli paesi o regioni; esso può tuttavia generare anche un maggior numero di opportunità di crescita oltre che possibili sinergie per una efficace integrazione verticale. Anche tali operatori non possono però prescindere dalle nuove istanze della collettività e dai profondi cambiamenti in atto che comunque li costringono a costruire nuovi modelli di business.