RUOTARE LO SCHERMO - IL SITO E' VISIBILE SOLTANTO IN MODALITA' ORIZZONTALE

ROTATE THE SCREEN - THIS WEBSITE IS ONLY VIEWABLE IN LANDSCAPE MODE

Infrastrutture

La Research & Advisory Unit sulle Infrastrutture di Agici Finanza d’Impresa da oltre 10 anni studia le principali problematiche e tendenze in atto relative allo sviluppo infrastrutturale del Paese nei settori Energia, Trasporti, Rifiuti, Idrico e Telecomunicazioni. Fin dalle origini ha svolto attività di ricerca, avanzando proposte per superare le criticità che bloccano la realizzazione delle opere; più di recente ha avviato una attività di advisory rivolta a imprese, pubbliche amministrazioni e investitori.

La Unit porta avanti l’attività di ricerca attraverso l’Osservatorio I Costi del Non Fare (CNF) e il Quality Project Lab (QPLab). Offre inoltre servizi di advisory e ricerche tailored made attraverso le attività di consulenza e Easy Solutions.

Osservatorio CNF

L’Osservatorio CNF analizza e diffonde le questioni connesse alla ritardata e/o mancata realizzazione delle infrastrutture in Italia, misurando i costi per il Paese di tali ritardi e proponendo soluzioni per sbloccare lo sviluppo infrastrutturale del Paese.
Scopri di più

Quality Project Lab

Il Quality Project Lab (QPLab) sviluppa modelli e proposte per impostare e gestire correttamente Progetti di Qualità nel settore delle opere pubbliche e delle infrastrutture. L’attività QPLab è finalizzata a orientare e supportare le decisioni di imprese e PA e le scelte degli investitori.
Scopri di più

Easy Solutions per le Infrastrutture

Agici Easy Solutions per le Infrastrutture offre un servizio di advisory specializzato sul settore delle opere pubbliche e di pubblica utilità. Tra le principali attività: Strategie e piani di business; analisi benchmark; policy di sviluppo; finanziamento; cost-benefit analysis.
Scopri di più



In primo piano in Infrastrutture

.

I migliori approcci per l’Analisi Costi Benefici.
Opportunità per imprese e istituzioni nei settori infrastrutturali
Milano, giovedì 19 aprile 2018. Ambrosianeum, sala Lazzati, via delle Ore 3

 In Italia si stanno facendo importanti passi avanti nell’adozione di metodi valutativi, in primis l’Analisi Costi Benefici (ACB), che considerino non solo gli aspetti finanziari ma anche gli impatti economici, sociali, ambientali e tecnologici legati alla realizzazione di investimenti e piani pubblici, soprattutto di tipo infrastrutturale, ciò nell’interesse di tutti gli stakeholder.

In quest’ottica, l’obiettivo del seminario è dibattere sulle questioni applicative della ACB nei principali settori infrastrutturali presentando modelli traslati da approcci già esistenti a livello nazionale e internazionale. Nel settore dei trasporti e in alcuni comparti del settore dell’energia, esistono già precise metodiche per la valutazione degli investimenti. In altri, invece, il dibattito è aperto e in alcuni casi si sta ragionando sulla definizione di metodologie specifiche.

Per questo verranno presentati e discussi, per ciascun settore, i metodi già in uso e gli approcci che potrebbero essere adottati dalle imprese, per meglio selezionare le infrastrutture, e dalle istituzioni, per valutare gli investimenti e allocare in modo efficiente le risorse.

Il seminario è a porte chiuse e a tavola rotonda. Dopo gli interventi dei main speaker, vi sarà una discussione aperta a tutti i partecipanti.


read more

L’Internet of Things ha un impatto notevole e conclamato in moltissimi comparti dell’economia e del sistema sociale. Ancora potenziale risulta però il grande beneficio che questo “paradigma trasversale” può avere in Italia e in particolare sulle infrastrutture. Ciò a causa di realizzazioni applicative limitate ancora sperimentali o stand alone, cioè isolate l’una dall’altra, e non sistemiche come sarebbe auspicabile.

L’obiettivo del seminario è evidenziare quali siano i modelli e le condizioni abilitanti che permettono di realizzare interventi con rilevanza almeno nazionale, aperti e interoperabili. Condizioni indispensabili affinché i progetti siano vantaggiosi per tutti. Infatti, in un ecosistema abilitante, le PA e le utilities possono attivare servizi innovativi e gestire al meglio le proprie infrastrutture, aggiornate con tecnologie su misura offerte dai produttori, integrate da applicazioni e servizi smart sviluppati da aziende e start-up ICT grazie agli open data; il tutto a beneficio dei cittadini, finalmente serviti da infrastrutture all’avanguardia.

Per questo interverranno gli operatori internazionali, per spiegare quali fattori garantiscono lo sviluppo sistemico delle tecnologie IoT (e M2M), le istituzioni, per illustrare quali azioni stanno intraprendendo per supportarne l’implementazione e le utilities e le imprese, per spiegare modelli e casi di successo.


read more

18 ottobre 2016
c/o Federazione Banche Assicurazioni e Finanza, Via San Nicola da Tolentino, 72, Roma

.

ANALISI COSTI BENEFICI E RATING SOCIALE.

SERVONO ALLO SVILUPPO DEL PAESE?

***

SCARICA IL PROGRAMMA DELL’EVENTO:

file-pdf Programma 18-10-2016 (552)

***

Nell’ambito della Infrastructure Unit di Agici Finanza d’Impresa è stato sottolineato in più occasioni come la scarsa attenzione alla fase di progettazione delle iniziative infrastrutturali sia tra le cause di successive difficoltà realizzative, oltre che della crescita di costi, tempi e spazi per la corruzione.

L’adozione di strumenti chiari e condivisi di valutazione e comunicazione della qualità dei progetti infrastrutturali è, dunque, nell’interesse di tutti gli stakeholder, oltre che elemento per la finanziabilità e realizzabilità. Mentre in certi Paesi, come l’Inghilterra, grande attenzione è data dalla pubblica amministrazione a questi temi, nel nostro Paese vengono applicati pochissimo nonostante la normativa.

In questo quadro, l’obiettivo del seminario è duplice:

  1. Far comprendere ai soggetti-chiave del settore infrastrutturale la rilevanza di questi approcci;
  2. Discutere le metodiche appropriate di valutazione in grado di considerare non solo gli aspetti finanziari ma anche quelli economici, sociali, ambientali e tecnologici.

Per favorire il confronto e la costruzione di proposte concrete, il seminario è a porte chiuse ed è strutturato a tavola rotonda. Sono previsti dei sintetici interventi di keynote speaker e, a seguire, un dibattito a cui partecipano tutti i presenti.


read more

Interviste realizzate in occasione del workshop “Come selezionare le priorità infrastrutturali. Il caso del Centro-Nord Italia” organizzato da Agici Finanza d’Impresa e dall’Osservatorio I Costi del Non Fare (CNF) il 1 dicembre 2015 a Milano presso il Palazzo Turati della Camera di Commercio. Convegno con il patrocinio della Regione Lombardia.

Tutte le video interviste sono visibili gratuitamente sul Canale Youtube Agici

.


read more

Vi segnaliamo che è possibile acquistare lo Studio 2015 dell’Osservatorio “I Costi del Non Fare”  e gli Atti del Workshop su Agici Publishing.


read more

Martedì 1 dicembre | 09:00 — 13:30 | Milano, Palazzo Turati, Via Meravigli 9/B

.

Decimo workshop dell’Osservatorio I Costi del Non-Fare

COME SELEZIONARE LE PRIORITÀ INFRASTRUTTURALI.

 IL CASO DEL CENTRO-NORD ITALIA.

con il patrocinio di

Logo_REG_LOMBARDIA


read more

Interviste rilasciate il 30 settembre 2015  nel corso del Workshop organizzato da Agici e Quality Project Lab (QPLab) dal titolo “Come progettare e realizzare opere e infrastrutture di qualità. Soluzioni per usare le risorse che abbiamo”.

Tutte le video interviste sono visibili gratuitamente sul Canale Youtube Agici

 


read more

Roma | 30 settembre 2015 | Auditorium via Veneto 89 | dalle 9.00 alle 13.00

Scarica il  programma PDF dell’evento: Programma QPLab 2015 (529)

Sito web dell’evento: LINK


read more

L’infografica mostra alcuni dei risultati dello Studio 2014 dell’Osservatorio I Costi del Non Fare dal titolo “Le sfide dello sviluppo infrastrutturale: nuove priorità, innovazione tecnologica e opportunità internazionali“:

  • Quanto costa al Paese non fare le infrastrutture?
  • Il fabbisogno infrastrutturale
  • Il fabbisogno finanziario
  • Il mercato globale delle infrastrutture
  • Il miglioramento dell’esistente
  • Le proposte per lo sviluppo del settore


read more

Le infrastrutture rappresentano il principale fattore di competitività e crescita di un Paese.  Per questo l’Osservatorio I Costi del Non Fare da quasi un decennio ne monitora la realizzazione, evidenziando inoltre i “Costi del Non Fare”, ossia i costi sostenuti dal Sistema Paese a causa della loro mancata realizzazione. L’Osservatorio ha recentemente concluso l’attività annuale di studio, con il Rapporto “Le sfide dello sviluppo infrastrutturale: nuove priorità, innovazione tecnologica e opportunità internazionali”, individuando le 3 nuove frontiere di sviluppo del settore:


read more